Ogni telefilm addicted sa bene che per essere definito tale, deve essere in grado di guardare e conoscere la maggior parte delle serie TV che ci sono in circolazione.

Netflix ci ha abituati ad avere nuove serie TV da aggiungere, settimanalmente o mensilmente, alle nostre ormai infinite liste di “cose da vedere” o “cose da recuperare”. Ma la maggior parte delle serie che troviamo su Netflix sono solo di produzione americana e poche sono le serie di diversa nazionalità, ahimè, che potete trovare sulla piattaforma (le cose cambiano da nazione a nazione).

Un vero telefilm addicted, però, sa bene che non si deve soffermare sulle poche serie non americane che trova lì, ma deve scavare e ricercare i prodotti di nicchia, che il più delle volte risultano, però, essere dei veri capolavori.

Consigli

Oggi, perciò, ho deciso di darvi dei suggerimenti, se come me siete dei ricercatori seriali di novità. Mi soffermerò, in particolare, a darvi dei consigli sulle quelle che, a mio parere, sono le migliori serie TV inglesi degli ultimi tempi che ogni telefilm addicted dovrebbe recuperare.

Ovviamente, la classifica che troverete a continuazione non includerà serie inglesi quali Sherlock, Doctor Who, Poldark, Taboo, Merlin, Victoria e The Crown perchè, ammettiamolo, sarebbe troppo scontato. Tutti bene o male le conoscono e le amano.

Ma, bando alle ciance, ecco a voi la nostra classifica!

Classifica Top 5

  1. Peaky Blinders → prodotta da BBC Two. Ambientata nel 1919 nei sobborghi poveri della Birmingham del primo dopo guerra. La storia è incentrata sulla famiglia Shelby, che forma la gang dei cosiddetti “Peaky Blinders”, dall’usanza di nascondere delle lamette nel risvolto dei cappelli. Guidati da Tommy Shelby (un fantastico Cillian Murphy) la famiglia è messa a dura prova dall’arrivo in città da Belfast dello spietato poliziotto Campbell (Sam Neill), deciso a ripulire il marcio e la delinquenza a tutti i costi, e da una donna, Grace Burness (Annabelle Wallis), dal passato misterioso. Una delle migliori serie TV che abbia visto di recente, ecco perchè si merita il primo posto.
  2. Line Of Duty → prodotta da BBC One. La serie è incentrata sulle vicende dell’Unità Anticrimine della polizia inglese, denominata AC12. La squadra anti-corruzione è stata istituita per fare luce sulle vicende che vedono il possibile coinvolgimento in attività fraudolente dello stimato Ispettore capo Tony Gates (Lennie James). Uomo dalla moralità apparentemente irreprensibile, appena premiato come ufficiale dell’anno. Serie scritta e interpretata brillantemente, ti tiene col fiato sospeso fino alla fine. Definita come “the real life british drama”, è una delle serie più seguite e apprezzate negli ultimi anni nel Regno Unito e in Irlanda.
  3. Jamestown → prodotta da Sky1. Ambientata nel 1616, vede come sue protagoniste tre donne, Alice Kett (Sophie Rundell, che ritroviamo da Peaky Blinders), Verity Bridges (Niamh Walsh, alla sua prima esperienza attoriale)  e Joclyn Woodbryg (Naomi Battrick, vista in Crossing Lines) che con la loro forza di volontà e con la loro tenacia cambieranno le loro sorti. Le vicende si svolgono nella colonia di Jamestown, uno dei primi stabilimenti coloniali inglesi nel Nuovo Mondo. Tra i vari coloni che vengono trasportati lì, si trova anche un gruppo di donne a cui è stata comprata la traversata, affinchè arrivate a destinazione, sposino gli uomini di Jamestown che hanno pagato loro il viaggio. In arrivo con la seconda stagione il 9 febbraio, vi farà appassionare alle loro storie e ai loro destini intrecciati.

Adattazioni romanzesche

  1. And Then There Were None → prodotta da BBC One. Stavolta si tratta di una miniserie in tre episodi. Con un cast di tutto rispetto (Aidan Turner, Toby Stephens, Sam Neill, Charles Dance, Noah Taylor, Miranda Richardson…) è l’adattamento televisivo del famosissimo giallo Dieci Piccoli Indiani di Agatha Christie. Nell’agosto del 1939 otto sconosciuti sono invitati in una tenuta arroccata a Soldier Island, un’isola al largo della costa del Devon, dai misteriosi coniugi U.N. Owen, da loro mai conosciuti personalmente. Una volta giunti nel luogo dell’incontro vengono accolti da due domestici appena assunti, Thomas e Ethel Rogers, ma i padroni di casa sono misteriosamente assenti. Mentre gli ospiti cenano e discorrono tra di loro, una voce proveniente da un grammofono incolpa ciascuno dei presenti, inclusi i due domestici, di aver commesso un omicidio.
  2. Lost in Austen → prodotta da ITV1. Infine per tutti quelli appassionati di romanzi classici che, come me, amano perdersi a fantasticare sui loro personaggi romanzeschi preferiti, vi consiglio questa miniserie in quattro episodi. Adattamento fantastico del capolavoro Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen. Vede come protagonista la moderna Amanda (Jemina Rooper), che venerando e perdendosi a leggere e rileggere il romanzo austeniano, una sera si ritrova, grazie ad una misteriosa porta nel suo bagno, a vivere nella casa dei Bennet e con quella bizzarra famiglia, sconvolgendo un po’ le trame del romanzo. Arriverà ad incontrare il suo amato Mr. Darcy (Elliot Cowan)? Riuscirà a farsi passare l’innamoramento letterario che ha nei suoi confronti o combinerà qualche guaio? Scopritelo, se vi va.

Altri piccoli suggerimenti

Se siete, poi, dei veri ricercatori di capolavori di nicchia vi consiglio anche:

  • Broadchurch
  • The Living and the Death
  • The Hollow Crown
  • Parade’s End
  • Upstart Crow
  • Man in an orange shirt
  • Doctor Foster